Meritiamo l’estinzione. Dopo l’atto vandalico di qualche giorno fa che ha colpito la sede CGL di Polignano, continuano le segnalazioni in altri punti del paese.

Questa volta, qualche deficiente in preda a un momento di noia o menefreghismo totale ha deciso di deturpare e inquinare il nostro mare. Probabilmente il vento forte di febbraio ha divelto il cartello della segnaletica nei pressi della spiaggia della colonna e i deficienti di turno hanno pensato di gettarlo in mare a pochi metri di distanza dal palo che è rimasto vuoto.

Un atto che segna ancora di più i tempi che stiamo vivendo, ma è anche vero che c’è un totale abbandono della costa Polignanese, sia in termini di controlli e pulizia. A distanza di circa 50 giorni dalla mareggiata di febbraio la costa Polignanese è ancora completamente invasa di legnami e detriti. Ecco, a proposito del premio di accoglienza ritirato dalla politica.