È successo questa mattina nei fondali di Polignano a mare, nei pressi della località torre Incina (punta di pennalunga). Nel corso di una perlustrazione da parte della guardia costiera, con immagini dall’alto con l’ausilio di un drone, i militari individuavano un’auto parcheggiata sul litorale.

L’auto era molto nota per i militari perché appartenente ad un uomo già colto in flagranza per reati simili.

Infatti gli uomini della guardia costiera hanno aspettato che l’uomo uscisse dall’acqua per coglierlo sul fatto, sequestrando 8 kg di datteri e tutta l’attrezzatura utilizzata. Il prodotto ittico è stato distrutto e rigettato in mare, mentre l’uomo originario di Monopoli è stato denunciato.