Hanno festeggiato la fine dell’anno in tutta tranquillità, in barba a tutte le restrizioni. “Ci organizziamo nelle campagne di Polignano, chi ci scoprirà?” Avranno pensato i 9 ragazzi beccati dai vigili urbani di Polignano.

Infatti i carabinieri di Polignano e i vigili urbani in seguito a controlli su tutto il territorio polignanese, per arginare il diffondersi del virus e per limitare al massimo gli spostamenti e feste clandestine durante l’ultimo giorno dell’anno, si sono recati in una villa privata. All’interno della quale nove ragazzi festeggiavano la fine dell’anno senza protezioni e senza nessun apparente motivo che giustificasse lo spostamento.

Proprio il primo gennaio era considerato zona rossa. Pertanto erano vietati tutti gli spostamenti tra regioni e comuni, oltre a feste da fine dell’anno.

Ad uno dei nove ragazzi è stata comminata la sanzione amministrativa pecuniaria prevista.