Il Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” è stato ideato, fondato ed è presieduto dal poeta, scrittore e critico letterario Lorenzo Spurio nel corso dell’anno 2011. Giunto ormai alla nona edizione ha visto la partecipazione di tanti nomi e volti conosciuti nella scena letteraria e poetica nazionale.

Quest’anno, per gli alti meriti culturali, il serio e ininterrotto impegno e l’indiscusso merito in campo letterario, il Premio Speciale “Alla Carriera” verrà conferito al poeta e scrittore polignanese Matteo Bonsante. La motivazione di questo conferimento – il cui premio negli anni precedenti è stato attribuito a Dante Maffia, Anna Santoliquido, Donatella Biustti e Márcia Theóphilo – verrà letta nel corso della premiazione che ci si augura possa tenersi nella primavera del 2021. A gennaio del prossimo anno, infatti, verranno rese note le deliberazioni delle Commissioni di giuria in merito alle opere partecipanti al Premio con tutti i nominativi dei vincitori e, in apposita sezione del verbale, verranno inseriti anche i nomi dei Premi Speciali. Il conferimento del Premio “Alla Carriera” alla poeta e scrittore Matteo Bonsante, promosso dall’Associazione Culturale Euterpe, avviene con il riconoscimento del Patrocinio Morale della Città Metropolitana di Bari e dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari.

Matteo Bonsante (Polignano a Mare, 1935) dal 1976 vive a Bari. Nel capoluogo pugliese ha insegnato francese nella scuola secondaria superiore sino al pensionamento. Poeta e scrittore con varie pubblicazioni nel corso degli anni ha ottenuto critiche e commenti lusinghieri sulla sua attività da numerosi letterati tra i quali Giuseppe Conte, Milo De Angelis, Ettore Catalano, Mario Luzi, Vittorio Magrelli, Giorgio Barberi Squarotti, il filosofo Franco Toscani, Gio Ferri, Aglieco, Raffaele Urraro, Ennio Abate, il critico francese Jean-Pierre Jossua. Per la poesia ha pubblicato: Bilico (1986), Zìqqurat (1996), Sigizie (1998), Poesie 1954–2004, libro ricompilativo comprendente le precedenti raccolte e una sezione di “inediti” (2004), Iridescenze (2007), Dismisure (2010), Lapislazzuli (2011). Per la prosa ha pubblicato due romanzi brevi: Una Linea di Fuga (2001) e Sperduto (2003) mentre per il teatro: Caldarroste (1981), Dietro la Porta (1984) e Per solo Donna (2004).