Pubblichiamo la lettera aperta che il consigliere di Forza Italia Domenico Pellegrini scrive al sindaco Domenico Vitto.

“Egregio primo cittadino, come ben sa, anche noi rappresentiamo e diamo voce a centinaia di cittadini, a decine di ristoratori, commercianti, partite iva, professionisti, esercenti e lavoratori che guardano increduli gli ultimi provvedimenti del Governo e che lamentano, anche in paese, una totale mancanza di sostegno e di una programmazione efficace per evitare la desertificazione economica e sociale di Polignano.
Caro Sindaco, nella prima fase di emergenza, noi forze di opposizione, abbiamo collaborato in maniera silenziosa all’attività dell’Amministrazione, abbiamo taciuto numerosi disservizi e disagi posti in essere dalla stessa ed in molti casi vi abbiamo, silenziosamente, posto rimedio, con discrezione, senza proclami, senza soffiare sul fuoco, nell’interesse esclusivo della Città.
Adesso pero’ Sindaco, è arrivata l’ora di dismettere i panni dell’uomo solo al comando e di coinvolgere tutte le forze politiche e le risorse della comunità per uscire da questa fase buia.
Noi non ci tireremo mai indietro dalle responsabilità, che al contrario reclamiamo, nel rispetto della nostra Polignano e del nostro ruolo di amministratori pubblici che ricopriamo.
Non si possono solamente apprendere dai media sue decisioni importanti, passate, attuali e future. Avremmo certamente potuto offrire il nostro contributo, frutto di dialoghi e confronti con realtà della collettività che oggi si sentono ignorati, trascurati, ed in alcuni casi traditi.
Per questo andrebbe subito istituito un “tavolo permanente” che la supporti per le future decisioni importanti da prendere per Polignano, ascoltando ovviamente le proposte e le idee che le sottoporranno per dare sostegno e pronto ristoro ai polignanesi messi in ginocchio dalla profonda crisi generata dall’emergenza epidemiologica.
Sono sicuro che accoglierà il nostro spirito collaborativo, perché anche noi opposizioni ci siamo! Così come sono certo che in questa missiva ho sintetizzato per grandi linee le intenzioni di ogni collega di minoranza e delle forze al momento non rappresentate in Consiglio Comunale.
Attendo, attendiamo, fiduciosi.” Domenico Pellegrini