In barba ad ogni divieto di balneazione o di semplice utilizzo della costa per i pericoli di crolli, che solo qualche settimana fa è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco, un giovane baluardo ha deciso di fregarsene di tutti i divieti e di simulare i tuffatori del redbull cliff diving.

Peccato però che i tuffatori sono dei professionisti e si tuffano da quelle altezze dopo un duro allenamento e preparazione, a differenza di questo “pazzo” che per un giorno ha voluto attirare l’attenzione.

Per fortuna la situazione non è finita male, ma questa è la dimostrazione di come non basta un divieto a fermare certi gesti e per poter evitare cose simili ci sarebbe bisogno di un vigile ogni abitante.